Menu
Menu

Medio Oriente nel 2019

In Medio Oriente può esserci la pace? Molte persone non ci credono più e cercano una nuova patria. Ma ci sono degli spiragli di luce rappresentati dalle tregue dai conflitti armati, dalla ricostruzione e dagli aiuti dall’estero. Questi sono periodi in cui le ferite si rimarginano e il seme della speranza germoglia, anche per i cristiani della regione. Dall’inizio della guerra, ACN è attiva in queste aree con progetti di aiuto a favore della Chiesa. Nel 2019 sono stati stanziati 13,2 milioni di euro solo per la Chiesa in Siria e Iraq. E 16,8 milioni di euro complessivamente per il Medio Oriente.

Quando le armi tacciono e lo sguardo si alza, tutta la portata della distruzione in Medio Oriente diventa visibile. L’occhio si poggia su paesaggi devastati, cumuli di macerie, blocchi di cemento e crateri di terra sventrata. Spesso quello che si trova nelle anime delle persone non è molto diverso; traumatizzate dall’esperienza vissuta, la maggior parte è in una situazione di inimmaginabile sofferenza, soprattutto nei mesi invernali.

Il sacerdote siro-cattolico G. Jahola tra le macerie della Chiesa Mar Benham a Bakhdida.
Il sacerdote siro-cattolico G. Jahola tra le macerie della Chiesa Mar Benham a Bakhdida.

La ricostruzione delle chiese risana anche le anime dei credenti

Con i progetti di emergenza, ACN ha salvato decine di migliaia di cristiani già nei primi anni di guerra, quando la loro unica preoccupazione era sopravvivere. La solidarietà e la misericordia dimostrate hanno incoraggiato molti di loro a tornare e a ricostruire la propria patria. Ma milioni di rifugiati e sfollati vivono ancora nei campi profughi dei paesi limitrofi. Tra questi ci sono molti cristiani, anch’essi desiderosi di tornare in patria e praticare la propria fede. Per poterlo fare hanno bisogno di chiese. Oltre agli aiuti di emergenza, ACN si sta quindi concentrando sempre più sul sostegno a lungo termine alla ricostruzione delle infrastrutture ecclesiastiche distrutte. Perché le chiese creano identità e rafforzano la fede nel futuro.

Related: