» Carità con efficienza e trasparenza «

 

Da più di 70 anni, Aid to the Church in Need sostiene la Chiesa che soffre e i cristiani discriminati e perseguitati in tutto il mondo. Sin dagli inizi operiamo all’insegna di valori come la professionalità, la trasparenza, l’efficacia e l’efficienza. Valori ai quali aderiamo senza compromessi, oggi come allora, in modo che le donazioni dei nostri benefattori possano dispiegare l’effetto migliore proprio laddove serve più urgentemente.

» Aid to the Church in Need aiuta in tutto il mondo i cristiani che sono  perseguitati, vittime di violenza e oppressi dal terrore «

Ci sono numerose organizzazioni caritative che si occupano di persone in difficoltà. Cosa distingue Aid to the Church in Need dalle altre? Siamo l’unica organizzazione cattolica internazionale che si concentra sul sostegno pastorale e spirituale ai cristiani perseguitati e sofferenti.

In seguito al riconoscimento come Fondazione pontificia, il nostro Segretariato generale in Germania e le nostre 23 Sezioni nazionali hanno avuto dei buoni risultati nel costruire una rete di collegamento tra donatori e persone in difficoltà.

Grazie alla sua struttura mondiale, Aid to the Church in Need è in grado di identificare rapidamente le necessità e rispondere prontamente con progetti d’aiuto. Questo è reso possibile da un’ efficiente struttura che mantiene la burocrazia ad un livello minimo, nonostante le verifiche accurate effettuate prima di approvare i progetti presentati dai nostri partner.

Il nostro Segretariato generale sostiene gli sforzi di raccolta fondi delle Sezioni nazionali ed esamina annualmente circa 7.100 richieste di aiuto da tutto il mondo, che vengono studiate e approvate o respinte dagli organi decisionali. La nostra Sede centrale mantiene i contatti con i partner dei progetti in 139 Paesi, assicurando l’uso adeguato delle donazioni.

Attraverso le nostre Sezioni nazionali, manteniamo stretti contatti con i nostri donatori. Il lavoro di pubbliche relazioni che esse svolgono garantisce un elevato grado di trasparenza riguardo alla finalità delle donazioni e al modo in cui vengono utilizzate localmente. Le nostre entrate e le nostre spese sono inoltre sottoposte a revisione annuale da parte di revisori certificati. La fiducia dei nostri donatori è infatti la base del nostro successo.

Regole organizzative chiare tra la nostra Sede internazionale, le Sedi nazionali in tutto il mondo e i nostri partner progetto, garantiscono che il processo operativo, ovvero dalla presentazione della domanda, alla verifica della necessità, fino all’approvazione del progetto e all’erogazione dei fondi, possa essere organizzato in modo coscienzioso ed efficiente. In genere, passano solo tre mesi tra il ricevimento di una richiesta d’aiuto e la nostra decisione di accoglierla o meno.

È nostro dovere morale convogliare le donazioni che riceviamo con la massima cura. Il nostro compito è infatti quello di promuovere la comunione ecclesiale e spirituale tra coloro che soffrono per la loro fede in Gesù Cristo e coloro che hanno un cuore compassionevole e generoso. E anche in futuro rimarremo fedeli a questo credo. Il nostro grafico fornisce una panoramica su come funziona il circuito delle donazioni ad ACN.

Il circuito delle donazioni

1. Chiedere aiuto

La necessità di un progetto d’aiuto nasce in un luogo in cui la Chiesa soffre per la povertà e le persecuzioni. La diocesi o la comunità inoltrano il progetto su consiglio del vescovo locale o dei superiori alla Sede internazionale di ACN (Aid to the Church in Need) a Königstein, in Germania.

2. Il progetto

Il responsabile di Sezione per la regione geografica analizza il progetto e, se necessario, chiede ulteriori informazioni. Entro massimo tre mesi la Sede internazionale di ACN comunica se il progetto è stato accolto o meno. Una volta che il progetto è stato accettato trascorrono da uno a sei mesi prima che ACN si assuma i costi del progetto. In casi d’emergenza, la Sede internazionale di ACN fornisce immediatamente i fondi.

3. Gli uffici nazionali 

La Sede internazionale di ACN informa le Sedi nazionali sui progetti che possono essere presentati per la raccolta fondi presso i benefattori

» Abbiamo l’obbligo morale di gestire le donazioni in modo responsabile «

4. Sostenere il progetto

Gli uffici organizzano iniziative per informare e spiegare, in modo che i Benefattori sostengano i progetti.

5. I benefattori  

I benefattori si sentono coinvolti e fanno donazioni

6. Le donazioni 

Le Sedi nazionali di ACN versano le donazioni alla Sede internazionale di ACN.

7. Il finanziamento

ACN decide i progetti e il loro finanziamento, segue e monitora l’attuazione.

Così le donazioni diventano aiuto concreto per i cristiani bisognosi