Menu
Menu

Asia e Oceania nel 2019

I continenti dell’Asia e dell’Oceania coprono una vasta area caratterizzata da una grandissima varietà di popoli, religioni, condizioni climatiche e sfide sociali. In molte zone è alto il tributo pagato ai cambiamenti climatici, che si manifesta attraverso catastrofi naturali, gravi perdite di raccolto e un ulteriore aumento della povertà e della fuga dalle campagne. In vaste aree di questi continenti, la Chiesa cristiana soffre in una condizione di minoranza. ACN aiuta le Chiese locali nelle loro molteplici attività, sostenendole nella costruzione e nel mantenimento delle infrastrutture e nella formazione dei pastori e dei collaboratori.

Musulmani, indù e buddisti rappresentano le grandi comunità di fedeli. I cristiani sono da sempre una minoranza e soffrono spesso per la discriminazione e le disuguaglianze sociali. In India, per esempio, sono soprattutto i gruppi di induisti nazionalisti a rendere difficile la vita ai cristiani. Anche i violenti attacchi contro le comunità o i fedeli cristiani non sono rari. Nelle ex repubbliche sovietiche dell’Asia centrale, dalla fine del comunismo ad oggi la Chiesa deve lottare per la ricostruzione delle strutture ecclesiastiche.

ACN aiuta le Chiese locali nelle loro molteplici attività.
ACN aiuta le Chiese locali nelle loro molteplici attività.

Ma anche la crescente disgregazione familiare e la perdita di radici e il disorientamento dei giovani stanno mettendo in grave difficoltà la Chiesa in Asia e Oceania. Per questo motivo molte Chiese locali si concentrano sempre più sulla pastorale delle famiglie e dei giovani. ACN le sostiene in questo compito, così come nelle iniziative che promuovono il dialogo interreligioso. Sosteniamo inoltre la costruzione e la ristrutturazione di edifici ecclesiastici, la formazione di sacerdoti, religiosi e laici, la fornitura di materiale catechetico e l’acquisto di veicoli per la pastorale.