CONDIVIDI

CASO STUDIO |CILE: GLI INCENDI DELLE CHIESE

Il 18 ottobre 2020 due chiese sono state saccheggiate e bruciate a Santiago del Cile: la storica chiesa di San Francesco Borja e la chiesa dell’Asunción. Un gruppo di manifestanti incappucciati gridava «Lasciatela cadere, lasciatela cadere!», mentre la cupola della chiesa dell’Asunción, conosciuta come la “parrocchia degli artisti”, veniva consumata dal fuoco.[1]

Gli attacchi alle due chiese storiche appena citati sono avvenuti nel primo anniversario dello scoppio delle diffuse proteste antigovernative. Conosciute come Estallido Social (Scoppio Sociale), le manifestazioni sono iniziate il 7 ottobre 2019 con alcuni studenti che si opponevano ad un aumento delle tariffe della metropolitana di Santiago, per poi trasformarsi presto in una critica più ampia ed estesa a questioni sociali ed economiche.[2] All’apice delle proteste, è sceso in strada più di un milione di persone.[3]

Inizialmente pacifici, gli scontri sono degenerati in violenze con diffusi atti di vandalismo contro le infrastrutture governative, e in particolare la distruzione delle stazioni della Metro de Santiago. Nell’ambito dei disordini si sono registrati 30 morti e oltre 3.000 feriti. Il 19 ottobre 2019 il presidente cileno Sebastián Piñera ha annunciato lo stato di emergenza dispiegando forze militari in tutta la capitale[4]

Il malcontento sociale iniziale è durato più di tre mesi, per poi ridursi a proteste sporadiche in tutto il Cile. È stato durante queste manifestazioni, tra l’ottobre 2019 e l’ottobre 2020, che sono stati riportati episodi di saccheggio e distruzione delle chiese. Alla fine di tale periodo, 59 chiese, di cui 53 cattoliche e sei evangeliche, sono state vandalizzate e danneggiate in otto città del Paese .[5]

Le violenze hanno incluso incendi dolosi, saccheggi, profanazioni del Santissimo Sacramento, interruzioni delle funzioni religiose e danni alle porte e ai cancelli delle chiese. Vi sono stati incidenti che hanno visto i banchi delle chiese e le statue religiose utilizzati per costruire barricate, e pietre lanciate attraverso le vetrate delle chiese .[6]

Sebbene le autorità cilene abbiano condannato gli attacchi, nonostante gli appelli della Chiesa affinché fossero compiute delle indagini – in alcuni casi peraltro gli autori erano ben noti[7] – non è stata aperta un’inchiesta ufficiale completa .[8]

FONTI

[1] UCANEWS, Two churches set on fire in Chile, 19 ottobre 2020, https://www.ucanews.com/news/two-churches-set-on-fire-in-chile/89936#

[2] Crux, Amid tumult over constitution, Chile watches two churches burn, 19 ottobre 2020, https://cruxnow.com/church-in-the-americas/2020/10/amid-tumult-over-constitution-chile-watches-two-churches-burn/

[3] El País, Al menos un millón de personas protestan en Santiago contra Piñera y la desigualdad social, 25 ottobre 2019, https://www.elpais.com.uy/mundo/personas-protestan-santiago-chile-medio-estallido-social.html.

[4] Reuters, Chile President Pinera declares emergency as capital rocked by riots, 19 ottobre 2019, https://www.reuters.com/article/uk-chile-protests-metro/chile-president-pinera-declares-emergency-as-capital-rocked-by-riots-idUKKBN1WY03I?edition-redirect.

[5] Organizzazione degli Stati Americani, CIDH culmina visita in loco a Chile y presenta sus observaciones y recomendaciones preliminares, 31 gennaio 2020, https://www.oas.org/es/cidh/prensa/comunicados/2020/018.asp (consultato il 28 ottobre 2020).

[6] La Tercera PM, Valiosos vitrales, pinturas y una torre destruida: Los graves daños a las iglesias incendiadas ayer, 19 ottobre 2020, https://www.latercera.com/la-tercera-pm/noticia/valiosos-vitrales-pinturas-y-una-torre-destruida-los-graves-danos-a-las-iglesias-incendiadas-ayer/NRQNVSLWNFB4RFKSNZZ6V5A4YU/ (consultato il 3 marzo 2021).

[7] El Comercio/Agencia EFE, Uno de los detenidos por incendio a iglesia en Chile es un funcionario de la Armada, reconoce la institución, 19 ottobre 2020, https://www.elcomercio.com/actualidad/iglesias-incendio-chile-protestas-armada.html (consultato il 3 marzo 2021).

[8] Deutsche Welle, La policía se ve sobrepasada en Chile, 19' 21 ottobre 2020, https://www.dw.com/es/la-polica-se-ve-sobrepasada-en-chile/a-55352719 (consultato il 3' marzo 2021).