Menu
Menu

Albania in 2016

Number of projects in 2018
J
0
Project
applications
K
0
Funded
projects
Type of projects in 2018
Head of Section

Questo piccolo Paese della penisola balcanica conta circa 2,8 milioni di abitanti ed è una delle nazioni più povere d’Europa. I cristiani sono una minoranza. Come i fedeli in Albania, anche la Chiesa locale ha preoccupazioni legate alla propria esistenza, fra le quali le più grandi sono la carenza di giovani sacerdoti e di vescovi nonché la crescita di un Islam fondamentalista.

Nel 2016, le organizzazioni che offrono aiuto all’Europa orientale hanno incontrato i vescovi di Albania, Montenegro, Bosnia e Kossovo per trovare soluzioni alla crisi finanziaria delle Chiese locali. Un ampio consenso è stato raggiunto sull’importanza di garantire la sopravvivenza degli ordinariati e delle parrocchie e di fornire sacerdoti in grado di prestare cure mediche di base ai malati e agli anziani.

Attività pastorale con bambini nella chiesa parrocchiale a Jaru.
Attività pastorale con bambini nella chiesa parrocchiale a Jaru.

» Le Chiese in Albania necessitano di beni materiali. «

Dove il lavoro è scarso, sia la popolazione che la Chiesa soffrono difficoltà esistenziali. Per questo, i nostri fondi per l’Albania sono stati utilizzati principalmente per garantire la sussistenza dei sacerdoti. Un altro problema fino a poco tempo fa è stato la mancanza di nomine episcopali. Nel frattempo, il Papa ha di nuovo occupato tre dei sei vescovati. È stato un segnale chiaro, tenendo conto dello zelo delle forze islamiche fondamentaliste sostenute dal mondo arabo.