Nigeria in 2018

Numero dei progetti 2018
J
132
Project
applications
K
94
Funded
projects
Tipo di progetti 2018
Responsabile di Sezione

Con i suoi 190 milioni di abitanti, la Nigeria è di gran lunga lo Stato più popoloso dell’Africa. Mentre al sud di questo Paese dell’Africa occidentale vivono soprattutto cristiani, al nord sono in prevalenza musulmani. Qui è attivo anche il famigerato gruppo terroristico islamico Boko Haram, i cui attacchi sono rivolti in modo particolare contro i cristiani. ACN assiste la Chiesa in questi tempi difficili con numerosi progetti di aiuto.

Siamo venuti a conoscenza dai vescovi locali che i cristiani non sono solo minacciati dal terrore di Boko Haram al nord, ma sono anche vittime di attacchi brutali da parte dei pastori musulmani Fulani, armati fino ai denti, nella zona centrale del Paese. Nonostante la violenza e le minacce, i cristiani hanno una fede incrollabile e continuano ad esserci numerose vocazioni al sacerdozio e all’attività religiosa. La Chiesa in Nigeria ha bisogno urgentemente di aiuto, non solo per svolgere la propria attività pastorale, ma anche per offrire consolazione alle persone che hanno subito un lutto o un trauma, oltre che per ricostruire le infrastrutture religiose andate distrutte.

» Non perdiamo la speranza, ma abbiamo bisogno di aiuto «

ACN sostiene la Chiesa in modo particolare nella formazione di seminaristi e aiuta i preti bisognosi con offerte per le intenzioni di Messe. Inoltre, doniamo il nostro aiuto per finanziare l’acquisto di veicoli e per la costruzione e ricostruzione di strutture religiose.

Leah non ha voluto rinnegare la propria fede

A Dapchi, nel nord-est della Nigeria, all’inizio del 2018 sono state rapite 100 studentesse dalla milizia terroristica Boko Haram. Tra di esse c’era anche la quindicenne Leah e, mentre le ragazze musulmane sono state liberate, lei è rimasta in ostaggio dei terroristi. I rapitori hanno posto come condizione per la sua liberazione che la giovane cristiana si convertisse all’islam. Leah si è rifiutata e ad oggi non si sa nulla della sua sorte.