Menu
Menu

Guinea Conakry in 2016

Number of projects in 2018
J
0
Project
applications
K
0
Funded
projects
Type of projects in 2018
Head of Section

Questo piccolo paese della costa atlantica dell’Africa occidentale ha circa 11 milioni di abitanti. Essendo solo il 5% della popolazione, le Chiese cristiane della Guinea sono una piccola minoranza; circa l’85% della popolazione è di fede islamica. Nel 2016 abbiamo sostenuto la Chiesa in Guinea specialmente nella formazione religiosa delle suore e dei laici.

La Chiesa in Guinea si sente spesso isolata. Degli 11 milioni di abitanti, solo 272.000 sono cattolici, e di questi fedeli si prendono cura circa 120 sacerdoti in sole tre diocesi. Soprattutto negli anni ‘60 del secolo scorso, le Chiese qui hanno molto sofferto sotto la dittatura di Sekou Touré, che ha brutalmente soppresso la fede cristiana e ha espulso oltre 200 missionari dal paese, da un giorno all’altro, nel maggio 1967.

Le religiose di Saint-Joseph de Cluny distribuiscono la Comunione agli ammalati negli ospedali e negli ambulatori.
Le religiose di Saint-Joseph de Cluny distribuiscono la Comunione agli ammalati negli ospedali e negli ambulatori.

» Con il nostro aiuto, speriamo di porre le basi per una migliore formazione dei seminaristi in Guinea. «

La formazione dei sacerdoti locali rimane una delle maggiori sfide di oggi. Nel novembre 2008, è stato ufficialmente inaugurato il primo seminario in Guinea, intitolato a Papa Benedetto XVI, ma un’ulteriore espansione e migliori strutture per il seminario sono urgentemente necessarie. L’ACS ha sostenuto il progetto durante tutte le fasi di costruzione, in modo che i sacerdoti possanoricevere una formazione nelle condizioni migliori possibili.

L’ACS ha cofinanziato la costruzione del seminario maggiore Benedetto XVI a Kendoumayah.
L’ACS ha cofinanziato la costruzione del seminario maggiore Benedetto XVI a Kendoumayah.

Ecco perché ci hanno fatto particolarmente piacere le parole del Cardinale Robert Sarah, che ci ha scritto: “Sono grato all’ACS per il suo sostegno nell’aiutarci a formare sacerdoti, seminaristi, religiosi e religiose, così come per la costruzione di chiese e per i ritiri spirituali per i nostri vescovi e sacerdoti”.